In questi giorni la mia quindicenne è a Dublino per una vacanza-studio.

Qualche giorno fa, prima di partire, mi ha confidato che aveva un po’ di ansia. Temeva di non riuscire a socializzare con i suoi coetanei e aveva paura che gli altri sapessero l’inglese meglio di lei.

Adesso è felicissima. Sta sperimentando la libertà e l’autonomia e questo di sicuro la farà crescere molto.
Ero certa che la sua ansia fosse solo il tipico timore di quando si affrontano le cose nuove e non una forma di disagio. Cercare di capire quando spingere i nostri figli a sperimentarsi in qualcosa di nuovo o rispettare il loro disagio e aspettare che siano pronti è difficile.
A volte i segnali sono contrastanti, ma essere in ascolto e spogliarci delle “nostre” preoccupazioni e ansie aiuta entrambi.

L’adolescenza è una fase di transizione in cui tutto nasconde una contraddizione. E scommetto che sarà capitato anche a te di sentirti una madre inadeguata, incapace di essere all’altezza della crescita dell’amore che hai messo al mondo.

Lo so come ti senti, ci sono passata e se vuoi posso aiutarti. Dai un’occhiata qui 👉 www.sabrinaciraolo.com/percorso-…/madri-e-figlie-adolescenti