TI ODIO!


ti odio dice la figlia alla madre
TI ODIO!

Ha urlato lei guardandomi in faccia e io mi sono sentita pervadere dalla tristezza e mi sono bloccata.
È successo un po’ di anni fa.
Quante volte è successo a te con tua figlia? Quante volte ti sei chiesta: “E ora che faccio?”
Molte mie clienti quando hanno affrontato una situazione simile si sono sentite totalmente devastate.
Le loro reazioni:
– Le dico che può andarsene
– Piango da sola in bagno
– Esplodo di rabbia
– Mi sento una fallita
E sono reazioni più che comprensibili, anche perché le due paroline sono condite da rabbia e tono pieno di disprezzo.
In realtà bisognerebbe comprendere cosa c’è dietro quel “Ti odio”.

Questa frase significa:

“Non mi stai ascoltando. Non mi stai sentendo. Mi sento inerme.
Esagererò le mie parole per farti soffrire perché io sto soffrendo”
In un momento di conflitto, il cervello infantile, ma anche adolescente, va in tilt. Non può pensare razionalmente.
È impossibile. Noi dobbiamo fare da ponte per loro

Ecco le domande che emergono a questo punto della riflessione:

È facile?
No
E i sentimenti della madre?
Non devi prenderla sul personale
Ma dovrei essere io a rimanere calma?
Perché sei tu il genitore, non il bambino. Sei tu l’adulto della relazione
Ma devo farle capire chi comanda!
Se vuoi, puoi farlo. Ma a lungo termine, non funziona
Ma non significa fargliela passare liscia?
In realtà sta esprimendo uno suo stato d’animo, in un luogo che è il più protetto che possa avere
Ma le sue parole mi fanno soffrire!
Lo so. L’ho provato. Queste due paroline vanno dritte al cuore e ti fanno venire in mente tutto l’amore che ci hai messo finora nel prenderti cura. Quanto tu sia stanca e quanto non ti meriti di essere trattata così. Che ti meriti invece del riconoscimento e della gratificazione. Ma lo hai notato?
Tutto questo parla di TE

DEVI RIMUOVERE TE DALLA STORIA, METTI DA PARTE I TUOI BISOGNI E CONCENTRATI SU QUELLO CHE C’È DIETRO QUELLE PAROLE. QUESTO TI AIUTERÀ CAPIRE COSA STA SUCCEDENDO REALMENTE E COME RISOLVERLO.

Ti assicuro che tua figlia non sta assolutamente pensando quello che dice.
Si è sentita offesa in qualche modo e sta reagendo a quello.
Idee su come creare un ponte con loro
  • Dille che forse ha bisogno di qualche minuto per respirare
  • Dille che tu hai bisogno di qualche minuto per non dire cose di cui poi ti potresti pentire
  • Riaprire la conversazione concentrandoti sui fatti “Sembra che tu non sia d’accordo quando ho detto…”
  • Quando la situazione si è calmata, provate insieme altri modi per esprimersi, invece del TI ODIO.
Tu cosa hai fatto in una situazione simile?

Percorso di Parent Coaching “Madri e figlie serene”

Sabrina Ciraolo
Sabrina Ciraolo
Ciao, sono Sabrina Ciraolo, Life coach per le donne.
Credo fermamente nella forza del femminile e, attraverso il mio lavoro, desidero contribuire affinché ogni donna si senta sempre libera di esprimere la propria identità e individualità.