Alla scoperta di mia figlia + 1 consiglio


ho scoperto mia figlia

Alla scoperta di mia figlia + 1 consiglio

Ho appena trascorso qualche giorno al mare, ospite da amici, con la mia seconda figlia, Anna che compie 13 anni a settembre.
Non mi era mai capitato di fare dei giorni di vacanza solo noi due. Con la grande mi è successo più volte, con lei mai. Ed è stata un’immersione completa dentro il suo essere.
Ovviamente sapevo molto di lei, ma sempre a pezzetti, mai riuscendo ad avere uno sguardo completo. Come succede spesso con chi non è primogenito.

Nell’ordine ho scoperto (e confermato) che:

  • lei ha già le idee chiare su molte cose
  • sta cambiando il rapporto con il suo corpo che prima nascondeva
  • i suoi silenzi non sono solo timidezza, ma osservazione e ascolto dell’altro che la portano a fare riflessioni precise e pertinenti sui comportamenti umani
  • è tenerissima dietro a una simil corazza di ironia
  • sa molte più cose di quanto io credessi
  • le piacciono le collanine con le stelline
  • odia i pomodori e le friselle
  • farebbe il bagno nel sauté di cozze

Mi sono presa il tempo per vivermi mia figlia senza pressarla con le regole del fare e non fare, osservandola nel suo delizioso fluire e ho scoperto un essere umano che mi piace tanto 🥰

Un consiglio

Durante queste vacanze estive approfitta e prova a lasciar perdere le regole, il fare e il dire, e “guarda” tua figlia, non contenerla, lasciala fluire.
Osservala e osservati con lei. Ti assicuro che ne sarai sorpresa e conoscerai un nuovo pezzettino di lei, quello che cerchi sempre di scoprire, quello che “senti” che c’è ma la vita quotidiana ti nasconde sempre.

Datti tempo. Dalle tempo.

P.S. scrivo questo post per rileggerlo tra qualche anno, quando attraverseremo (insieme) anni turbolenti e, forse, potrei cambiare idea😁😁😁😁

Vuoi avere un rapporto migliore con tua figlia? Candidati per il percorso Madri e figlie serene

Sabrina Ciraolo
Sabrina Ciraolo
Ciao, sono Sabrina Ciraolo, Life coach per le donne.
Credo fermamente nella forza del femminile e, attraverso il mio lavoro, desidero contribuire affinché ogni donna si senta sempre libera di esprimere la propria identità e individualità.