fbpx

Dicono di me

La parola a chi ha fatto un percorso di coaching con me

Dicono di me2019-04-20T17:50:21+02:00

Dicono di me

Creare relazione è un’arte: ci sono persone che non riescono ad entrare in contatto nemmeno con se stesse! Sabrina riesce a stabilire una connessione da qualunque pianeta tu venga, qualsiasi sia il tuo linguaggio. Intreccia i suoi pensieri con i tuoi, ci costruisce un cestino e lo riempie di vettovaglie per il viaggio. Da lì, mano a mano che si cammina, estrae e ti passa al volo lucidità succosa, fiducia calda di forno, entusiasmo dissetante.
È stata preziosa per me: mi ha aiutato a chiarire il quadro della situazione lavorativa in cui ero e a definire gli obiettivi di cambiamento che volevo raggiungere. E poi mi ha incalzato, suggerendomi strategie concrete per non perdermi lungo la strada e per proseguire a ritmo spedito.
La strada l’ho percorsa io, ma non sono mai stata sola. E sono arrivata a destinazione.
Sabrina C.

Ho scelto Sabrina perchè sentivo che era la persona di cui potevo fidarmi. Una donna con una storia alle spalle, cresciuta contando sulle sue sole forze e cambiando consapevolmente le sue scelte quando ce ne era bisogno. Una persona con esperienza di cosa significhi saper vivere.

Ho scelto Sabrina in un momento in cui ero più che consapevole di aver bisogno di un’altra strada, di un percorso diverso da quello che avevo fatto con la psicoanalisi. Un’esperienza che potesse mettere in pratica tutto quello che in anni avevo appreso.
Lei ed io, lei con il suo metodo e la sua sensibilità, io con la mia esperienza e la mia voglia di ascoltare e scoprire altre strade che potessero aprire altri paesaggi.

Sabrina fa la differenza in qualsiasi cosa abbia voglia di approcciare. E’ la persona che conta, la sua capacità di ascoltare ed andare a scovare quel particolare che può far girare la chiave e aprire la porta. La sua umiltà, il suo non porre “assoluti” ma di proporre alternative. Ho apprezzato molto il piano d’azione proposto e i consigli mi hanno coinvolto completamente e mi hanno portato ad affidarmi.

Clarissa T.

Lavorare con Sabrina è stata un’esperienza importante, unica e dura. Perché mi ha costretto a guardare quello che non volevo. E cioè che abbiamo sempre una scelta da poter compiere. Non ero per niente allenata a credere in me stessa, per questo attiravo situazioni che me lo potessero continuamente confermare e che poi, non senza sofferenze atroci, potevo incolpare per tutto quello che non andava nella mia vita. Incontrarla per me ha significato comprendere quanto potenziale abbiamo in noi stessi che spesso, da soli, non riusciamo a vedere. Mi ha insegnato a coltivare il potere di scegliere ogni giorno quello che mi fa stare bene, partendo dalle piccole cose (che se sommate, davvero, ne creano di grandi), ad abbandonare pezzetto per pezzetto gli alibi che ancora oggi sto scalfendo con una spilla da balia, ma con tenacia. A trovare soluzioni quotidiane e di vita che mi rispecchino, con la consapevolezza che ho gli strumenti per farlo. Ma soprattutto che la felicità personale è un impegno quotidiano che di solito si perde di vista quando impostiamo il pilota automatico e smettiamo di scegliere per noi stessi adattandoci agli eventi.

Sara R.
Sabrina ti avvince e ti avvolge. Ti dice le parole giuste, per lasciare che sia tu a tracciare il percorso alla ricerca del tuo talento. A compierlo.
È maieutica: trae fuori da te quello che non credevi di avere.
Si sente la sua mancanza, quando il percorso si conclude. Ma, rimangono la forza che ti fa scoprire dentro di te e la consapevolezza che ce la fai, che sei in grado di realizzare il tuo sogno. O, più semplicemente, te stessa.
Tiziana A.

Sabrina è innanzitutto una Donna che racchiude in se tutte le qualità del femminile: intuitiva, protettiva, ironica e, soprattutto, empatica. Una persona come lei non poteva che divenire coach nell’accezione migliore che la professione di coach può esprimere: il professionista in grado di far emergere quanto di più recondito e profondo è nel suo cliente, presentandoglielo e lasciando che ne goda i benefici.

Elena E.

Il percorso con Sabrina è stato molto utile per me.
L’ho chiamata perché mi ero resa conto di non essere capace di fare un buon self-marketing dal punto di vista lavorativo, ma poi già con il primo incontro mi sono accorta che il lavoro era solo la punta di un iceberg: io non sapevo proprio  come identificarmi e cosa volere dalla vita, di conseguenza anche sul lavoro mi ponevo in punta dei piedi, quasi con la sindrome dell’impostore.
Ho deciso, quindi, di pormi lo scopo finale di dedicare più energia a me stessa, cercando di capire quali fossero le mie reali passioni e come fare per potenziare al massimo le mie capacità. Alla fine del percorso posso affermare che ho acquisito i mezzi per dire “NO” a determinate situazioni, in cui l’energia che spendo per l’altro o per un lavoro che non amo è troppo intensa rispetto a quella che spendo per me stessa.
Ho imparato a pensare prima di tutto a Marta.
Sono tornata a fare quello che amavo fare prima che le persone mi sedassero con le loro pretese, e sono molto felice che questo sia successo: dedicare tanta energia all’altro o al lavoro deve essere una scelta dettata dall’amore o da una reale passione, sempre ricordando cosa siamo e soprattutto cosa vogliamo.

Marta L.
Ho sempre amato una frase di August Strindeberg: “Ognuno conosce una sola vita, la propria”
E con questo pensiero ho cercato qualcuno che mi aiutasse a parlare con me stessa, così presa negli ultimi anni a fare ciò che si “deve”. Non è stato facile, mi è costata tanta fatica, ma ogni volta che uscivo dai nostri incontri la nebbia si dileguava, le cose erano più chiare e tutti i giorni lavoravo senza saperlo su di me.  Avrei voluto continuare all’infinito questi incontri, ma Sabrina, da professionista, mi ha detto basta: hai gli strumenti e adesso tocca a te. Perché, appunto, la vita è la mia. È difficile raccontare un percorso così ricco  e allo stesso tempo discreto e rispettoso. Niente è caduto dall’alto tutto è salito dal profondo. Ho scelto Sabrina tra tante proposte di “coaching” ed ho fato la scelta giusta.
 È stato tempo solo per me,  un regalo a me stessa. Grazie.
Antonella P.